Frequenza, posizione e natura degli inserimenti di vettori AAV dopo il follow-up a lungo termine del rilascio del transgene FVIII in un modello di cane con emofilia A
Punti salienti del Congresso virtuale ISTH 2020

Frequenza, posizione e natura degli inserimenti di vettori AAV dopo il follow-up a lungo termine del rilascio del transgene FVIII in un modello di cane con emofilia A

Paul Batty1, Sylvia Fong2, Matteo Franco3, Irene Gil-Farina3, Aomei Mo1, Lorianne Harpell1, Christine Hough1, David Hurlbut1, Abbey Pender1, Sofia Sardo Infirri1, Andrew Winterborn4, Manfred Schmidt3 e David Lillicrap1

1Dipartimento di Patologia e Medicina Molecolare, Queen's University, Kingston, Ontario, Canada.

2BioMarin Pharmaceutical, Novato, CA, USA.

3GeneWerk GmbH, Heidelberg, Germania.

3Servizi per la cura degli animali, Queen's University, Kingston, Ontario, Canada.

Punti chiave

La tabella a sinistra mostra la dose, il sierotipo del capside, i livelli di FVIII e il numero di siti di integrazione (IS) per gli 8 cani inclusi nello studio. Dieci anni dopo l'infusione, i livelli di FVIII in 2 degli 8 animali erano <1% e variavano dal 2.9% all'8.6% negli altri 6 animali. I siti di integrazione sono stati analizzati utilizzando 2 metodi (sequenziamento dell'arricchimento del target, TES e PCR mediata dall'amplificazione lineare, LAM-PCR). Il grafico a destra mostra la distribuzione relativa di IS per ogni animale.

Il DNA genomico da 2 siti epatici per ogni animale è stato analizzato per l'integrazione del genoma del vettore. Le forme di integrazione (vettore-genoma) rappresentavano il 4.6% e le forme episomali (vettore-vettore) rappresentavano il 95.4% dei conteggi di lettura. Questi risultati indicano che i vettori di espressione hanno mantenuto una forma prevalentemente episomica 10+ anni dopo l'infusione.

Questa tabella mostra i 10 siti di integrazione più comuni (cromosoma, dimensione, gene e posizione) basati sul metodo TES. Sulla base di entrambi i metodi di sequenziamento, i siti di integrazione più comuni sono stati trovati in prossimità del KCNIP2, CLIC2, ABCB1 e F8 geni.

CONTENUTO RELATIVO