Studio di follow-up di quattro anni sull'uomo per la prima volta sull'efficacia terapeutica e sulla sicurezza durevoli: terapia genica AAV con valoctocogene Roxaparvovec per emofilia grave A

Studio di follow-up di quattro anni sull'uomo per la prima volta sull'efficacia terapeutica e sulla sicurezza durevoli: terapia genica AAV con valoctocogene Roxaparvovec per emofilia grave A
Punti salienti del vertice virtuale WFH 2020

Studio di follow-up di quattro anni sull'uomo per la prima volta sull'efficacia terapeutica e sulla sicurezza durevoli: terapia genica AAV con valoctocogene Roxaparvovec per emofilia grave A

K. John Pasi, MB, ChB, PhD, FRCP, FRCPath, FRCPCH1; Savita Rangarajan, MBBS, FRCP, FRCPath2; Nina Mitchell, MB, BChir3; Will Lester, MB, ChB, PhD, FRCP, FRCPath4; Emily Symington, BSc, MBBS, MRCP, FRCPath5; Bella Madan, MD, FRCP, FRCPath6; Michael Laffan, DM, FRCP, FRCPath7; Chris B. Russell, PhD3; Mingjin Li, MSc3; Benjamin Kim, MD, MPhil3; Glenn F. Pierce, MD, PhD8; Wing Yen Wong, dottore in medicina3

1Barts e la London School of Medicine and Dentistry, Londra, Regno Unito

2University Hospital Southampton, Southampton, Regno Unito

3BioMarin Pharmaceutical Inc., Novato, CA, USA

4Ospedali universitari Birmingham NHS Foundation Trust, Birmingham, Regno Unito

5Ospedali dell'Università di Cambridge NHS Foundation Trust, Cambridge, Regno Unito

6Guy's & St. Thomas 'NHS Foundation Trust, Londra, Regno Unito

7Centre for Hematology, Imperial College London, Londra, Regno Unito.

8Consulente, La Jolla, California, USA

Punti chiave

Questo diagramma a sinistra riassume il dosaggio di coorte per BMN 270 (valoctocogene roxaparvovec). I 2 pazienti alle dosi più basse (6 x 1012 e 2 x 1013 vg / kg) non ha dimostrato un'espressione FVIII sufficiente. I risultati dello studio sono stati esaminati per i 13 pazienti nelle 2 coorti a dosaggio più elevato: 7 a 6 x 1013 vg / kg (6E13) e 6 a 4 x 1013 vg / kg (4E13). Le caratteristiche di base per tutti e 15 i pazienti sono mostrate sul lato destro. In particolare, 14 su 15 pazienti erano in terapia profilattica al basale, con una frequenza emorragica annuale (ABR) media di 6.5.

I pazienti in entrambe le coorti di dosaggio hanno mostrato riduzioni sostanziali dell'ABR che sono state sostenute fino a 4 anni dopo l'infusione nella coorte 6E13 e 3 anni nella coorte 4E13. L'ABR cumulativo medio è stato ridotto del 95% a 0.8 nella coorte 6E13 e del 93% a 0.9 nella coorte 4E13. Non ci sono state emorragie spontanee nell'anno 4 per 6 partecipanti su 7 nella coorte 6E13 e nell'anno 3 per 5 su 6 partecipanti nella coorte 4E13. Tutti i partecipanti rimangono fuori dalla profilassi FVIII.

I pazienti nelle 2 coorti di dosaggio (6E13 in verde, 4E13 in giallo) hanno dimostrato aumenti dose-dipendenti, sostenuti dei livelli di attività FVIII per un massimo di 208 settimane nella coorte 6E13 e 156 settimane nella coorte 4E13 (in base al dosaggio cromogenico). I livelli medi di FVIII erano generalmente più elevati per la coorte a dose più elevata (n = 7), con un picco del 70% -80% nelle settimane da 16 a 52, seguiti da un lento declino. I livelli medi di FVIII nella coorte a dose più bassa (n = 6) hanno raggiunto un picco del 20% -30% nello stesso periodo, seguito anche da un lento declino.

CONTENUTO RELATIVO